Come superare un fallimento in 3 semplici passi

Come superare un fallimento in 3 semplici passi

Fallimento

Ti fissi un obiettivo, lavori duro giorno e notte ma qualcosa va storto. Non raggiungi il tuo sogno. È capitato a tutti almeno una volta nella vita di fallire ma è proprio questo che ci rende umani. Commettere errori è naturale, il problema è arrendersi e non riprovarci. Puoi rimanerci male per un pò ma devi assolutamente agire. Ecco come superare ogni fallimento in 3 semplicissimi step:

1. Identifica la causa del problema

Identifica la causa del fallimento

Quando giochi ad un videogioco e muori, non solo ripeti lo stesso livello più volte ma cerchi anche di capire perché hai perso. Devi fare esattamente lo stesso. Fai un analisi di ciò che hai fatto e ciò che non hai fatto. Non ti sei impegnato abbastanza? Hai fatto le cose troppo in fretta? O magari non è colpa tua. In questo caso comprendi la causa ma non cercare MAI scuse come:

“Non era il periodo giusto per questo” o “Sono sfortunato per quello” o ancora peggio “Non sono come gli altri”

2. Sviluppa un piano accurato

Supera il fallimento

Molto spesso alla base del fallimento c’è una scarsa organizzazione. Per questo motivo devi avere sempre le idee chiare su ciò che puoi fare ogni giorno per raggiungere il tuo obiettivo. Fai una bella lista di tutte le attività e guardala ogni giorno. Nonostante sia importante concentrarsi sui singoli giorni, devi anche guardare le cose a lungo termine. Un piccolo fallimento non importa così tanto. Sviluppa una mentalità da vincente.

3. Chiedi aiuto

Chiedi aiuto per superare ogni fallimento

Se hai fallito, una delle cause potrebbe essere che semplicemente da solo non ce la potevi fare. È essenziale credere in se stessi ma lo è altrettanto accettare che certi obiettivi sono troppo grandi. In questo caso possiamo farci aiutare dagli altri e non dobbiamo avere paura. Le persone che tengono davvero a noi, non avranno problemi a supportarci.

Come diceva Lucio Anneo Seneca:

Chi aiuta gli altri aiuta se stesso

Ricorda anche che il fallimento non è un’alternativa al successo ma un requisito del successo. Serve a darti la forza necessaria per andare avanti.

5 Persone famose licenziate prima del successo

Se sei mai stato licenziato, sai quanto emotivamente devastante può essere. Quello che forse non sai è che è queste 5 persone famose sono state licenziate prima del loro successo:

1. Steve Jobs

Proprio così! Fu licenziato dopo essere stato tolto dal team Macintosh di cui era ossessionato. Voleva che fosse perfetto e nel tentativo di riuscirci, superava ogni limite. Eppure non credo ci sia bisogno di dirti com’è andata a finire giusto?

Successo

2. JK Rowling

La scrittrice di Harry Potter era una segretaria fino a quando non fu licenziata perché scriveva sempre al posto di lavorare. Inutile dire che è riuscita a vendere 500 milioni di copie con la sua serie di libri.

Successo

3. Oprah Winfrey

Conduttrice e autrice televisiva con un patrimonio netto di oltre 2,5 miliardi di dollari è stata licenziata pure lei prima di raggiungere il successo. Lavorava in una compagnia di Podcast prima di decidere di diventare conduttrice. È stato il licenziamento che l’ha fatta crescere. Senza quello non sarebbe mai diventata ciò che è oggi.

Fallire

4. Walt Disney

All’età di 22 anni, fu licenziato da un giornale del Missouri perché “non era abbastanza creativo”. Una delle sue prime imprese, chiamata Laugh-o-gram Studios, fallì. Il creatore di Mickey e Minnie Mouse fu nominato 59 volte per gli Academy Awards e ne vinse ben 32!

Fallire

5. Thomas Edison

Da impiegato alla Western Union, la sua ossessione con il multitasking gli costò il lavoro. Dopo aver richiesto un turno di notte per poter continuare i suoi esperimenti, Edison rovesciò l’acido solforico sul pavimento. L’acido fuoriuscì dalle assi del pavimento e finì sulla scrivania del capo. Fu licenziato.

I maggiori fallimenti di Edison, tuttavia, furono i semi del suo successo. Dopo aver provato 1.000 prototipi prima di creare la lampadina elettrica, un giornalista gli chiese: “Come ci si sente a fallire 1.000 volte?”. Edison rispose:

Non ho fallito 1000 volte. Semplicemente la lampadina è stata un’invenzione di 1000 step

Direi che questo è il modo migliore per superare un fallimento, no?

Conclusioni

Queste storie ci servono a capire perché è importante fallire per arrivare al successo. Il fallimento ci aiuta a diventare resilienti e più falliamo, più diventiamo resilienti.

E tu come reagisci al fallimento nella tua vita? Fammelo sapere in un commento!

Grazie per aver letto: “Come superare ogni fallimento in 3 semplici passi”

Come superare un fallimento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *