La regola dei due giorni per essere sempre produttivi

La regola dei due giorni per essere sempre produttivi

Regola per essere produttivi

Hai mai avuto una giornata brutta? Se hai risposto si, sei una persona normale. Le giornate brutte capitano a chiunque ma devi essere bravo a non trasformare quelle giornate in settimane o in mesi! In questo articolo ti insegnerò una tecnica poco conosciuta ma molto utile per essere sempre produttivi: la regola dei due giorni.

In cosa consiste?

Immagina di volerti prendere l’abitudine di leggere ogni giorno (e sappi che qui ho spiegato perché dovresti farlo).

Devi cercare di farlo ogni giorno ma è normale se qualche volta sei troppo stanco e non te la senti. Ed è qui che entra qui in gioco la tecnica perché devi cercare di non prenderti più di 2 giorni di riposo dall’abitudine che vuoi acquisire.

Giornate brutte ma produttive

Ad esempio lunedì leggi 30 pagine di un bel libro ma martedì e mercoledì lavori tutto il giorno, sei troppo stanco per leggere e non riesci a trovare il tempo. Giovedì avrai due opzioni:

  • Non leggere perchè non sei abituato
  • Leggere perché sai che se ti prendi più di due giorni di pausa in cui non leggi, poi quelli diventeranno tre e poi quattro e poi 50.

Bravo! Se hai letto fin qua significa che vuoi migliore, vuoi agire nonostante sai che non sarà facile. Ce la vuoi mettere tutta ed io ti voglio aiutare quindi ricapitoliamo un attimo. Oggi hai imparato che:

  • Se un giorno sei troppo stanco per leggere, andare in palestra, meditare o quel che sia, non ti devi preoccupare. Sei umano e ti meriti un giorno di riposo
  • Non devi trasformare uno/due giorni di riposo in una settimana perché quando vorrai iniziare a riprenderti la tua abitudine, cominciare sarà difficilissimo.

Grazie per aver letto “La regola dei due giorni per essere sempre produttivi”!

Il riposo è ok ma devi essere produttivo con due giorni regola

Tags:

Una risposta.

  1. Manfredi ha detto:

    Geniale questa tecnica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *